Comunicato Stampa

Basket Progresso tra i banchi di scuola: incontro con gli studenti del Mattei

Ritorno sui banchi di scuola per le ragazze della Matteiplast. Una delegazione della prima squadra infatti, nella mattinata di giovedì 14 Febbraio, ha fatto visita ai ragazzi dell’Istituto Mattei di San Lazzaro. Diversi e delicati i temi trattati durante la giornata, dal puro sport fino ad argomenti più delicati come il sessismo le disparità di genere.
In rappresentanza della prima squadra erano presenti il capitano Matilde Dall’Aglio insieme a Federica Nannucci ed Elisabetta Tassinari, mentre per il settore giovanile sono intervenute Giulia Grandini e Rebecca Possenti.
In apertura è stata proprio Nannucci a prendere la parola, rilasciando qualche dichiarazione anche sulla nascita del settore giovanile. “Vedere l’entusiasmo delle ragazze è bellissimo e spero per loro che possa portare a grandi soddisfazioni, non solo a livello sportivo, ma soprattutto a livello umano: condividere tutto con una squadra è una grande scuola di vita. È un privilegio poterlo fare, mi rivedo tantissimo in loro, per me era bellissimo poter fare allenamento con la prima squadra, un grande stimolo avendo sempre tanta fame. È una gioia vederle quando ci seguono, quest’anno sono venute anche a Cagliari, è importante vedere che c’è gente che crede in quello che stiamo facendo”.
Entusiasmo confermato anche dalle dirette interessate Possenti e Grandini, che hanno raccontato quelle che sono state le loro emozioni riguardo le prime convocazioni e l’esordio in prima squadra. “Riuscire ad andare in panchina e magari giocare qualche minuto, anche se questo è secondario, è davvero indescrivibile, sono molto orgogliosa” ha cominciato Possenti, seguita a ruota dalla compagna: “La prima convocazione è stata un’emozione unica, le ragazze ci hanno sempre aiutato per farci sentire a nostro agio”.
Sono poi state presentate alcune delle iniziative benefiche che hanno coinvolto la società in questa stagione, col supporto che Matteiplast ha dato ad AGEOP e AIRC, oltre alla collaborazione con l’Associazione ANSABBIO, culminata nella giornata dedicata al “Teddy Bear Toss” e consegna dei peluche ai bambini dell’Istituto Ortopedico Rizzoli.
“È stata un’esperienza molto bella, ma allo stesso tempo molto difficile. Quando possiamo nel nostro piccolo siamo sempre in prima linea per queste iniziative” ha dichiarato Tassinari. Sempre la numero 7 ha approfondito altri temi, quali il connubio studio-sport e le differenze con il basket maschile: “È un connubio delicato, noi 3 abbiamo studiato e sin da piccole abbiamo avuto un impegno sportivo molto grande. Fare allenamento tutti i giorni e nei weekend girare l’Italia è sicuramente provante fisicamente e mentalmente. In più occasioni ho ricevuto una porta in faccia anziché un aiuto da parte dei professori, per quanto comunque a me piaccia studiare e ringrazi sempre la scuola per quello che mi ha dato.
Rispetto al maschile è un altro sport, altro tipo di tecnica, atletismo, può piacere o meno. C’è una grande differenza di attenzione, di pubblico e di soldi che girano nell’ambiente. Noi non siamo professioniste, riceviamo un rimborso spese e lo facciamo per passione. È questo che ci distingue dai maschi, se venite a vedere una partita vedete un gruppo di ragazze che lo fanno per passione, questo credo sia un valore aggiunto molto grande.”
Le ha fatto eco Dall’Aglio, che si è addentrata anche nel delicato tema del sessismo: “È sicuramente un tema molto attuale, credo esista in tutti gli ambiti. Anche a livello lavorativo tra uomo e donna c’è una differenza salariale notevole, questo lo dicono i dati. A Bologna abbiamo Virtus e Fortitudo e poi ci siamo noi, che sembriamo un altro pianeta a confronto. I fondi vengono messi fondamentalmente nella parte maschile e non in quella femminile in tutti gli sport.”

Una mattinata diversa dal solito per le nostre ragazze, che hanno effettuato due interventi nel corso dell’Assemblea d’istituto, incontrando prima i ragazzi del biennio, quindi quelli del triennio a conclusione della giornata.